(Torino) 29-30 Aprile 2017 "L’Estetica di Boal per un mondo nuovo: ritmo, movimento e canto". Workshop di teatro dell'Oppresso PDF Stampa E-mail

WORKSHOP DI TEATRO DELL’OPPRESSO

"L’ESTETICA DI BOAL PER UN MONDO NUOVO:
RITMO, MOVIMENTO E CANTO"

29-30 Aprile 2017

10.00 h – 18.00 h

SPAZIO NON C’È

Corso Vercelli n.5 - TORINO

 

Lo stage introduce i partecipanti all’ultima ricerca di Boal, l’Estetica, ovvero la valorizzazione di tutte le arti, e non solo del teatro, come espressione dell’umanizzazione dell’uomo.

Con l’Estetica Boal invita gli oppressi a ricreare un proprio mondo estetico, a produrre il proprio immaginario, invece di essere colonizzati dalle visioni dominanti

In questo laboratorio toccheremo due aspetti dell’Estetica di Boal, ovvero esploreremo come produrre ritmi, movimenti e canti, sperimentando forme possibili di arte costruita da noi stessi, per esprimere realtà nuove, possibili…

Creeremo scene sul mondo che vorremmo e poi ritmi col corpo, con oggetti, con la voce, ritmi individuali e collettivi. Useremo poi questa base per costruire movimenti, coreografie e danze da un lato e canti dall’altro da unire e integrare alle scene teatrali.

Non ci sono limiti alla creatività, se non quelli che mettiamo noi stessi per paura del giudizio nostro e dell’altro; attraverso esercizi graduali e suggerimenti tecnici, prenderemo coscienza del nostro potere creativo, consapevoli che quello che emerge da noi è una ricchezza se riusciamo a entrare nella dimensione creativa propria degli esseri umani.




Conduce: Roberto Mazzini di Giolli cooperativa.

Gruppo: minimo 12 massimo 25 persone interessate; non serve avere esperienze artistiche o teatrali,
ma volersi cimentare con i propri limiti, estrarre i propri talenti, risvegliare la propria creatività.

Costo: 70 euro

Iscrizioni: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 

Traduzione automatica

Cerca